Cerca

Emanuele Martino

Se ti addiviene di parlare di acque consulta prima l'esperienza e poi la ragione (L. da Vinci)

Appello per l’urgente pulizia della conca di Battaglia terme

Riceviamo e ri-pubblichiamo dal Centro Internazionale Civiltà dell’Acqua:

La mancata sistematica manutenzione della via fluviale comporta l’aggravarsi del rischio idraulico e della perdita di navigabilità nel paese dei Barcari

conca-battaglia

La principale ed indispensabile attività che può salvaguardare sia la navigazione che la sicurezza idraulica è il periodico dragaggio dei fanghi che si depositano naturalmente nel letto dei corsi d’acqua. Purtroppo la pulizia dei corsi d’acqua è soggetta a lunghe procedure amministrative o a dinieghi.

Una semplice alternativa, praticabile da subito, è il risezionamento ordinario dei canali, al fine di consentire il transito di imbarcazioni, e la pulizia sistematica degli alvei rimuovendo potenziali impedimenti, quali ad esempio la vegetazione spontanea cresciuta nel bacino, per consentire il deflusso rapido delle acque di piena.

Queste due azioni rientrano fra gli scopi del Comitato “Caiman – Netemo el canae” spontaneamente sorto da pochi mesi a Battaglia Terme, per migliorare la navigabilità e prevenire maggiori danni provenienti dal rischio idraulico.

La stagione della navigazione fluviale turistica è alle porte (metà marzo) e anche la stagione primaverile foriera di piene, causa piogge e scioglimento di neve e ghiaccio sulle montagne.

Per maggiori info: Comitato Caiman “Netemo El Canae” Traditional Venetian Boats – Barche Venete Tradizionali

https://traditionalvenetianboats.wordpress.com/

traditionalvenetianboats@gmail.com

Immagine tratta da http://www.euganeamente.org

Nuovi lavori: un impianto idrovoro per scongiurare il rischio idraulico a Saccolongo

Saccolongo, 1 febbraio. Si è tenuta lunedì 30 gennaio laconsegna dei lavori per il nuovo impianto idrovoro a Saccolongo: una nuova opera per garantire la sicurezza idraulica di tutto il quartiere circostante a via Bacchiglione.

Continua a leggere “Nuovi lavori: un impianto idrovoro per scongiurare il rischio idraulico a Saccolongo”

Nasce il Distretto Idrografico delle Alpi Orientali

2.2.2017 

Venezia. Partono i Distretti idrografici italiani voluti dall’Unione Europea per la gestione delle acque e del rischio alluvioni. Il Decreto del Ministro dell’Ambiente 25 ottobre 2016 (pubblicato in G.U. n. 27 del 2.2.2017) costituisce le Autorità di bacino distrettuali, enti pubblici non economici, e per l’area del nord-est nasce il Distretto idrografico delle Alpi Orientali. Un territorio di circa 40000 km quadrati, circa 7 milioni di abitanti e con più di 1.100 comuni, che si estende dall’Alto-Adige alle lagune dell’Alto Adriatico, all’Isonzo, ai confini con Austria e Slovenia, con cui condividerà la transnazionalità di bacini idrografici di confine.

Continua a leggere “Nasce il Distretto Idrografico delle Alpi Orientali”

Terrevolute Un progetto per valorizzare il patrimonio materiale e immateriale nelle aree di bonifica del Veneto

(Fonte: sito Consorzio di Bonifica Bacchiglione)
Padova, 20 dicembre. Terre “evolute”, perché frutto di un secolare processo di evoluzione e miglioramento produttivo, economico e sociale, e terre “volute”, perché fortemente desiderate, ritenute indispensabili per le esigenze di una popolazione in continua crescita.

terrevolute_presentazione

Continua a leggere “Terrevolute Un progetto per valorizzare il patrimonio materiale e immateriale nelle aree di bonifica del Veneto”

Piano di gestione del rischio di alluvioni del Distretto idrografico, approvazione ministeriale

(Fonte newsletter Distretto idrografico delle Alpi Orientali, di F. Baruffi, R. Angheben)

A cinquant’anni dalla Grande Alluvione del 1966, si compie un importante passo avanti per la messa in sicurezza del territorio del Triveneto. Su proposta del Ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, on. Gianluca Galletti, il Consiglio dei Ministri ha approvato – in coordinamento con le regioni interessate Veneto, Friuli Venezia Giulia e Province autonome di Trento e di Bolzano – il primo Piano di gestione del rischio di alluvioni del Distretto idrografico delle Alpi Orientali previsto dalla Direttiva europea 2007/60/CE. Continua a leggere “Piano di gestione del rischio di alluvioni del Distretto idrografico, approvazione ministeriale”

Arno66, la macchina del tempo a Firenze

Ho avuto la fortuna di visitare sabato mattina la mostra “Arno66, la macchina del tempo”, presso la Biblioteca Centrale di Firenze. Una mostra interattiva che attraverso un percorso all’interno della Biblioteca stessa, permetteva di vedere con un Ipad le foto dei giorni dell’alluvione nei punti di ripresa originali, con filmati d’epoca (a partire dall’annuncio sui telegiornali di Sergio Zavoli ed Enzo Tortora), con estratti del film “Per Firenze” di Zeffirelli (e voce di Richard Burton). Il percorso della mostra mostra l’incredibile invasione dell’acqua, spesso mista a nafta, la gente sui tetti, le registrazioni dei radioamatori che davano la notizia (tutta la Valdarno era in ginocchio).

Continua a leggere “Arno66, la macchina del tempo a Firenze”

Una piazza d’acqua a Rotterdam

A Rotterdam piazza Benthemplein è una piazza di recente costruzione, posta sotto il livello stradale, a forma di anfiteatro, che in condizioni normali può essere vissuta come un luogo pubblico e in caso di forti piogge si trasforma in un bacino di raccolta dell’acqua in eccesso, che può raccogliere fino a 1,7 milioni di litri.

Si tratta di una piazza asciutta/bagnata, costituita da tre bacini, ed è considerata la piazza d’acqua più grande del mondo.

Continua a leggere “Una piazza d’acqua a Rotterdam”

Alluvione 1966-2016: le iniziative nel Padovano

Eventi, iniziative e pubblicazione per il 50esimo dell’alluvione 1966

Segnaliamo alcune iniziative e pubblicazioni nel territorio padovano legate al 50esimo
dell’alluvione del 1966.

Presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Codevigo, dai primi giorni di Dicembre, sarà disponibile il volume di Roberto Bettella “L’alluvione si è riversata sopra di noi”.
Può essere ritirato presso il Municipio negli orari di apertura 9-12,30. (Pagamento Bancomat o carta di credito, contanti solo presso Cassa di risparmio – agenzia di Codevigo).

Continua a leggere “Alluvione 1966-2016: le iniziative nel Padovano”

FB_IMG_1478264788114.jpg

Blog su WordPress.com.

Su ↑